Venerdì 11 Novembre di pomeriggio Exposcuola ospiterà l’incontro promosso dall’Ufficio scolastico provinciale sul tema dell’Alternanza scuola lavoro.

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO
Percorsi di formazione e di crescita per gli studenti dell’Europa che cambia – Istruzioni per l’uso
Venerdì 11 Novembre 2016 – ore 15.00 / 18.00

  • 15.00 Saluto ai partecipanti. Andrea Bergamo, Direttore Ufficio Scolastico Padova.
  • 15.10 Facciamo il punto sulla sfida che la scuola ha raccolto. Paola Stucchi, Referente Alternanza UST Padova.
  • 15.20 Il Registro: strumento per favorire l’incontro con il mondo delle imprese. Luca Lorigiola, Camera di Commercio di Padova.
  • 15.30 Alternanza: opportunità formativa a prescindere. Anna Viel, Presidente Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Padova.
  • 15.40 L’alternanza nel volontariato: formare il cuore oltre alla mente. Emanuele Alecci Presidente CSV Padova.
  • 15.50 Formare ed informare pilastri della sicurezza. Liviano Vianello Direttore SPISAL ULSS16 Padova
  • 16.00 La tematica e gli aspetti pratici dell’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per gli studenti degli istituti scolastici statali e non statali, con particolare riferimento ai casi di tirocinio curriculare. Laura Scaffai Responsabile Processo Lavoratori INAIL Padova.

A seguire BUONE PRATICHE E CASI CONCRETI:

  • “Internship in Dublin!” Gli studenti del Duca d’Aosta con la Prof.ssa Monica Dario
  • “insieme Alla Scoperta del Lavoro” Gli studenti del Bernardi con la Prof.ssa Nadia Toso
  • “Modelli applicativi per l’ASL” Gli studenti del Belzoni-Boaga con la Prof.ssa Ester Antonelli
  • “Comunicazione e ASL” Gli studenti del Valle con il Prof. Maurizio Zorzi
  • L’esperienza di Rocca Scaligera e Terme di Catullo: presenta la Dott.ssa Agnese Lepre della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Brescia

A seguire A RUOTA LIBERA : i quesiti della platea e le “istruzioni per l’uso” dei relatori

Termine dei lavori: ore 18.00


Alternare le ore di studio a ore di formazione in aula e ore trascorse all’interno delle aziende, di pubbliche amministrazioni o di soggetti del terzo settore: è la grande novità dell’alternanza scuola-lavoro contenuta nella legge 107 del 2015, un nuovo approccio alla didattica, rivolto a tutti gli studenti del secondo biennio e dell’ultimo anno che prevede obbligatoriamente un percorso di orientamento utile ai ragazzi nella scelta che dovranno fare una volta terminato il percorso di studio. Il periodo di alternanza scuola-lavoro si articola in 400 ore per gli istituti tecnici e 200 ore per i licei.

Grazie all’alternanza scuola-lavoro si rovescia l’impostazione fin qui seguita: prima si studia e poi, nel mondo del lavoro, si viene “messi alla prova”. Ora, con l’introduzione obbligatoria di questa nuova formula, la formazione teorica e la “messa alla prova” si alternano, e in qualche modo si integrano, perché entrambe rappresentano un momento formativo essenziale. Il percorso di alternanza, infatti, fa parte integrante del Piano Triennale dell’Offerta Formativa della scuola  e verrà valutato dalla scuola con la collaborazione del tutor esterno designato dalla struttura ospitante e le competenze acquisite verranno certificate.

L’alternanza scuola lavoro è stata introdotta, in forma obbligatoria, da solo un anno e ancora il meccanismo non è rodato: non è semplice per le scuole individuare le esperienze coerenti con il percorso formativo presenti sul territorio e non è semplice per le aziende organizzare un’esperienza che sia davvero formativa per degli adolescenti alle prime armi. Presso le Camere di Commercio esiste un apposito Registro nazionale per l’alternanza scuola-lavoro, uno strumento essenziale per facilitare l’incontro tra imprese ed istituzione scolastiche. Le scuole potranno infatti individuare nel Registro le aziende disponibili disponibili ad accogliere gli studenti e stipulare, quindi, apposite convenzioni.

Questa “rivoluzione” nel percorso formativo dei ragazzi, che sta muovendo solo ora i primi passi, avrà ampio spazio all’interno di Exposcuola dove sono previsti momenti dedicati sia agli imprenditori e dirigenti della pubblica amministrazione che siano interessati ad ospitare i ragazzi, sia alle scuole e ai ragazzi stessi che vogliano capire quali opportunità ci siano sul territorio per svolgere questa esperienza.

Non solo imprese e aziende, ma anche associazioni sportive e di volontariato, enti culturali, istituzioni e ordini professionali possono ospitare ragazzi nel percorso dell’alternanza. Per questo anche il Centro di servizio per il volontariato della provincia di Padova parteciperà all’incontro per proporre ai ragazzi un esperienza umana e professionale in questi ambiti.

Scopri tutti gli appuntamenti di Exposcuola 2016