Anche l’edizione del 2016 chiude le porte con un importante successo di pubblico. Più di 27.000 i visitatori, tra famiglie, insegnanti e ragazzi che cercano risposte sull’orientamento scolastico verso la scuola superiore; circa 70 stand e 30 appuntamenti hanno risposto al bisogno sempre più consapevole di un’adeguata ed ampia informazione sulla scelta formativa e di vita.

Risulta ogni anno più importante il rapporto costruttivo tra istituzione scolastica e famiglia, per affrontare un delicato momento, come l’adolescenza, di costruzione della propria identità ed affermazione delle inclinazioni ed attitudini personali. I docenti rimangono gli interlocutori privilegiati dei giovani in formazione; sono chiamati a svolgere un compito complesso, ma anche entusiasmante, mettendo in atto sempre nuove strategie ed utilizzando strumenti innovativi per accompagnare nel difficile percorso della scelta.

Caposaldo della manifestazione è il programma culturale, anche quest’anno ricco di convegni su tematiche di interesse per la fascia “junior” della popolazione, quali l’alternanza scuola lavoro, Il cyberbullismo e le insidie del web, la sicurezza stradale ed il “gioco sano”, la prevenzione e le buone abitudini alimentari.

Soddisfatti del risultato della manifestazione sono gli organizzatori: “Il successo dell’evento – sottolinea Carlo Munari, Presidente di Populus, – si deve alla capacità del salone dedicato all’educazione e alla formazione, di rinnovarsi. Per il prossimo anno vogliamo sviluppare l’offerta per i giovani che si affacciano al mondo dell’università e del lavoro”.

Per maggiori informazioni: www.exposcuola.it – exposcuola@populus-coop.it